Archiviati i primi due mesi è tempo di un’analisi statistica sulla salute del mercato immobiliare in Puglia nel 2017. Ci ha pensato l’Osservatorio di Casa.it a tratteggiare l’andamento della vendita degli immobili nella nostra regione.

Mercato immobiliare in Puglia nel 2017

Innanzitutto va confermato il trend positivo della domanda delle abitazioni. Nella nostra regione ha toccato il + 4,7%. Da contraltare fa, però, il calo dei prezzi. Parliamo del – 2,2% e ogni metro quadro costa mediamente 1.740 euro. Questo dato è correlato a quello del budget a disposizione di chi compra. Le famiglie sono disposte a pagare una cifra che si aggira sui 139.200 euro. Interessante lo stesso dato confrontato provincia per provincia. L’unica zona ad aver registrato un calo dei prezzi è il brindisino con il – 2,1%. Salgono, invece, i costi per le altre province. Guida Lecce con + 2,1%, seguita da Bari (+ 2%), Taranto (+ 0,8%) e Foggia (+ 0,6%).

Quanto costa un metro quadro per ogni provincia

Bari si conferma la città più cara per i costi di un singolo metro quadro. Nel capoluogo di regione si arriva a 2.500 euro per metro quadro. A ruota segue Foggia, 1.610 euro / mq; Lecce con 1.480 euro / mq, Brindisi con 1.400 euro / mq mentre Taranto è la città più economica: 1.310 euro per metro quadro.

Domanda in crescita ovunque

Chiudiamo con i dati sul fronte della domanda. Gennaio e febbraio 2017 hanno confermato la crescita della domanda per l’acquisto di una casa. Il valore regionale è aumentato al + 4,7%. Variabili invece quelli di ogni singola provincia. Bari in vetta con + 7,7%. Brindisi seconda con il + 5,8%, terze le province di Foggia e Taranto, entrambe con il + 4,2%. Chiude la provincia di Lecce, quella meno dinamica con un valore percentuale del + 3,7%.